Fischi e Fiaschi

Fischi & Fiaschi e…dimissioni

Non c’è che dire amici miei…siamo la goduria degli scommettitori ! 1 fisso fuoricasa od over a scelta ed il gioco è fatto ! Fate due conti e soprattutto guardate i risultati degli ultimi tre anni, provate a giocare 10 euro a volta e vedete cosa vi siete persi, stupidamente guidati dal cuore piuttosto che dalla ragione rendetevi conto del patrimonio buttato a mare !

La differenza stava tutta nel fatto che tre anni fa, Rossi imperando, l’over in casa coincideva di solito con il gol della bandiera dei malcapitati di turno, questi ultimi comprendenti anche le stratosquadre che scendevano al Barbera con qualche disagio fisiologico a disturbare l’igiene dei pantaloncini delle storiche divise.
Suvvia…cosa cambia ? Un investitore è un investitore, non può avere sentimenti ! Scommetterebbe anche contro sua madre quindi, smettetela di piangere e frignare su Cetto, Von Bergen e Garcia ed approfittate alla grande della splendida occasione che ci mette a disposizione il nostro Presidente…ricordate 1 fisso fuori casa e gol/over a scelta ! Accoppiateci ”gol” nelle gare della Roma, che il golletto Zemaniano lo becca di sicuro, e calcio di rigore alla Juve…non potete perdere !
Certo la tentazione di inserire nel “pacchetto” l’esonero di Sannino è forte, ma sapete com’è…non lo pagano tanto e potreste incappare in un contenzioso che a parità di allontanamento dalla panchina potrebbe “segarvi” la scommessa…Sannino infatti potrebbe dimettersi lasciando con un palmo di naso voi scommettitori ed il Presidente che si vedrebbe orbato del suo hobby preferito ovvero l’esonero d’autunno !
E perché mai dovrebbe dimettersi Sannino, l’uomo della Provvidenza, il Cavaliere senza macchia e senza retrocessione, il Rifondatore dell’amor perduto ?
Dovrebbe dovrebbe….dovrebbe se solo in questa nazione disastrata da spread e bunga bunga, giudicata da una manica di “comunisti carrieristi”, governata da professionisti del collegio elettorale, e raccontata da giornalisti “distratti” dalle aziendalità spesso rivali, l’istituto delle dimissioni fosse praticato con la pari professionalità con la quale ci si riempie la bocca della medesima parola. “Sono un professionista !”
Vengo e mi spiego…non sono una mosca e non so volare nelle segrete stanze ma, di cosa avranno parlato Sannino e Zamparini davanti al contratto ? Di donne ? Della crisi ? Della diaspora degli Armeni ? Di equazioni di fisica teorica ?…purtroppo non è dato sapere ma immaginare si, e allora da che mondo è mondo un allenatore di calcio professionistico ed un presidente davanti al contratto diciamo che si…”odorano le labbra” per capire le reciproche fragranze. Il Palermo a quel punto disponeva di un fidato Direttore Sportivo e soprattutto di Viviano, Balzaretti e Migliaccio e, sono sicuro, di una buona dose di promesse di mercato delle quali Dybala era la principale. Ergo, stante il rendimento dello scorso campionato dominato dai pochi neuroni di Trescore Balneario, e i promettenti scorci di Europeo concessi a Balzaretti, Sannino si sarà fatto una idea di un annata “tranquilla” blindando una difesa che da sempre ha fatto soffrire il Patròn, mettendo le basi per un record…i due anni consecutivi in A sulla panca rosanero, destinazione una “grande” con contratto adeguato ad una vecchiaia agiata.
E qui casca l’asino ! Sfilata sotto il naso la colonna vertebrale della squadra, ci metto anche il mancato rinnovo del contratto di Miccoli, come mai il “nostro” condottiero non rassegna dignitose dimissioni ? E’ così “orbo” tecnicamente da non vedere l’abisso che separa Von Bergen dal ruolo di centrale in A, o gli sfugge l’approccio alieno di Garcia con il diretto avversario di fascia, avrà notato che Bertolo tatticamente appare nelle medesime condizioni che gli hanno fruttato il ritiro della patente ? Si ? Ebbene che aspetta con un sussulto di dignità a dichiarare il tradimento dei patti lasciando quella che non potrà mai diventare la sua creatura al destino che appare scritto ? Non se ne accorge ?…siamo messi bene !!! Ecco una spiegazione al 4-4-2 di Roma ed al “suicida” 3-5-2 schierato contro il Napoli.
Ma questa deduzione semplice semplice mette comunque a libro paga nell’immediato futuro del Palermo non già un top-player, in verità a guardare il primo gol della Lazio gioverebbe più uno “stop-player”, bensì un nuovo mister …e dov’è la novità ? Esaurite le consuete risate e i profetici “l’avevo detto” vi renderete conto che all’esonero di Mangia si arrivò con congruo “lascito” di punti frutto di un rendimento interno tanto micidiale quanto giovantesi dei “fantastici quattro” ormai irrimediabilmente ceduti e sostituiti dai “fanta…scientifici quattro” che rispondono ai nomi di Ujikani (retrocesso) Cetto (senza contratto) Von Bergen (retrocesso) e Garcia (retrocesso)…questi punti non ci sono! E ne mancano 40 con due partite in meno con un finale di campionato che vede in ordine Juve, Inter Udinese, Fiorentina e Parma !!
C’è o non c’è da dimettersi ?…alla prossima puntata ! Vi racconterò il progetto di Zamparini ! Vi suggerisce qualcosa Lecce, Miccoli ed un supermercato dedicato alle orecchiette con le cime di rape…? No ?
Dimettetevi !
Dimissionariamente vostro……Tonino

Visite: 1221

I commenti sono chiusi.