Tim Cup 2015-2016 – “Sogno di una notte di mezza estate……”

Scusate l’appropriazione indebita della più famosa e importante opera di William Shakespeare ma ieri sera tra una folata di vento caldo e una fettina di spada affumicato al limone mi è passato davanti agli occhi il tabellone della prossima Tim Cup 2015-2016.

Scorrendo la parte destra del tabellone scaricato dal sito ufficiale della Lega Serie A ho evidenziato tutte le formazioni che orbitano sul cammino del Palermo.

Iachini e i suoi ragazzi, al netto delle operazioni di mercato ancora in corso, esordiranno ufficialmente in questa stagione la sera del prossimo Ferragosto, e l’avversario che si troveranno di fronte uscirà tra Casertana vs. Lecco (1° turno – 2 agosto) o l’Avellino che entrerà in ballo al secondo turno (9 agosto).
Avversari di caratura sicuramente molto abbordabili, se così come dovrebbe, fossero approcciati con il giusto piglio e la giusta determinazione. Viceversa potremmo rivivere un’altra cocente eliminazione come fu quella dello scorso anno per mano del Modena.

Sull’altro “canale” e sempre sulla base della caratura delle formazioni che si incontreranno nei primi due turni il papabile avversario potrebbe essere uno tra Virtus Lanciano o Pro Vercelli, entrambe squadre provenienti dalla Serie B campionato in cui si sono classificate rispettivamente al 14° e 16° posto.
Insomma, tutti avversari abbastanza digeribili per il Palermo, questo Palermo, che a sentire il Presidente Zamparini, questa stagione punta a qualcosa di più della salvezza.
Ma superato lo scoglio iniziale e a stagione già ben avviata la Tim Cup tornerebbe in campo il 2 dicembre per il quarto turno in cui a parità di percorso, valutazioni e al netto di sorprese si potrebbe incontrare il Genoa di Gasperini, anche questo ostacolo abbordabile o meglio più abbordabile tra le altre teste di serie alcune delle quali si scontrerebbero tra loro. Superato il Genoa lo scoglio successivo è quello di superare la Roma di Garcia ai quarti di finale previsti per il mese di gennaio del prossimo anno.
A questo punto, continuando il sogno e mantenendo fede al ragionamento fin qui fatto in semifinale si potrebbe incontrare la Samp di Zenga o la Fiorentina di Sousa, praticamente due squadre affidate a due nuovi allenatori le cui storie sono ben note e con loro i risultati conseguiti.
Sul fronte opposto del tabellone, le teste di serie sono Lazio, Juventus, Inter e Napoli tutte candidate alla finale di cui ancora non si conosce data e città in cui disputare la partita.

Certo, arrivare in finale non è cosa facile, la strada è in salita (ma non troppa) e nulla è impossibile se vuoi crederci. Il Palermo ha già raggiunto quel traguardo per ben tre volte con l’esito che conosciamo benissimo, ma sognare non costa nulla e con queste sere molto calde risulta un piacevole e rinfrescante diversivo.

…e il naufragar mi è dolce in questo mare!!!

Forza Palermo

Gigi0ne

Visite: 1165