Clamoroso al … San Paolo

Alla vigilia della gara di ieri sera, in quel di Napoli, parlando con colleghi in ufficio, il mio pronostico era per un altro risultato. In funzione di alcune mie interpretazioni e valutazioni tecniche (io ?) mi sono lanciato su un risultato secco che vedeva ora l’una ora l’altra delle due squadre prendere i tre punti in palio.

Devo dirvi, onestamente che dopo il primo gol preso “a freddo” solo dopo pochissimi minuti, sono tornato indietro con la memoria alle discussioni della mattina e preso dallo sconforto ero già pronto a spegnere Tv e Decoder e mettermi a letto. Ma al cuore non si comanda! Cosi, impietrito dalla visione di un “gollonzo” che nemmeno nelle scuole calcio locali si vedono e su cui ricadono tutte le responsabilità di Sorrentino mi sono riseduto senza che nulla fosse accaduto. Manco a farlo a posta e arriva il secondo gol ancora più gollonzo del primo. Ma come si può lasciare impostare una azione tra due giocatori che si muovono alla velocità di un bradipo, lasciar loro il tempo di impostare e piazzare un tiro a giro sul secondo palo senza che nessuno dei difensori prima, e dei centrocampisti poi intervengano a disturbo? Mah! Misteri del calcio moderno. Intanto le mie teorie meno tattiche e più legate al gossip venivano meno con la partita incanalata verso un risultato pressoché già scritto.
Ma come dice il mio amico Pucci, la palla è tonda e non sempre il diavolo fa i coperchi insieme alle pentole. Per cui ancor più depresso e distaccato dalla partita, visto che mi trovavo nel bel mezzo della cena, mi son messo spalle alla TV e sentivo soltanto la cronaca dei due gufi di SKY.

Visite: 1749

E semu ‘cca!

Avrei postato il mio articolo a commento della gara di esordio scrivendo le stesse cose che ha scritto il caro Vicè, soffermandomi sulla “fifa” ormai diffusa degli allenatori alla guida di squadre da media/bassa classifica o che devono salvarsi.

Avrei voluto pure esordire con un altro titolo del tipo “Buona la prima!”, e fino al 90 mo ci avevo creduto.

Visite: 2708

A volte… ritornano

E’ proprio vero, a volte ritornano. Intanto l’appunto è riferito a me. In veste di Amministratore la mia presenza all’interno (e all’esterno) del sito non è mai mancata. Anche perché non potremmo essere ancora qui per ritrovarci insieme per parlare e/o sparlare e in alcuni casi anche a straparlare di noi e del nostro Palermo.

Questo articolo di “Welcome back” però lo voglio dedicare a un argomento che sento molto vicino perché già vissuto nel recente passato.
Fatta la premessa sul mio ritorno e, spero, sulla mia permanenza in veste di “opinionista” sulle vicende rosanero che, mi auguro non sia un assist per qualche facile battuta, sul auto definirmi opinionista, perché tanto lo so da me che qui, a capirne di “palluni” sono solo in pochi, e di certo tra essi io non ci sono.

Visite: 6223

La diagonale di Gigione … I buoni propositi

I buoni propositi non sempre vengono messi in pratica anche per uno che manifesta tutta la propria buona volontà. Per quanto riguarda il Palermo la percentuale scende ancora a livelli più bassi per l’Europa League, fino ad azzerarsi o quasi quando si affronta l’argomento Coppa Italia.

E dire che di motivi “interiori” per poter affrontare questo torneo ce ne sono. Due finali scippate e una terza, quella che i più giovani, i nostri figli o i nostri nipoti, cioè i tifosi rosanero del futuro, quelli da fidelizzare ricorderanno ancora meglio mi sembrano ottimi motivi.

Visite: 1191

Le buone abitudini – Tanti auguri a …

Era da tempo che questa rubrica non veniva messa on-line. A qualcuno sembrava una “invasione” della propria sfera privata o un richiamo alla realtà. A me è sempre piaciuta perché è un per modo sentirsi vicini e facenti parte di un gruppo solidale e unito.

Ho il grande piacere di fare gli auguri di BUON COMPLEANNO al nostro caro Giullare che al momento per lavoro si trova lontano dai suoi cari, dagli amici e dalla sua Palermo.

Visite: 883