«

»

Dic 06 2016

Stampa Articolo

Capitano! mio Capitano

… O Capitano! Mio Capitano! Risorgi, odi le campane;
risorgi – per te è issata la bandiera – per te squillano le trombe,
per te fiori e ghirlande ornate di nastri – per te le coste affollate,
te invoca la massa ondeggiante, a te volgono i volti ansiosi;

Basterebbero queste poche righe tratte dalla poesia  “O Capitano! Mio capitano!” (Walt Whitman 1819 – 1892) per riscoprire nuovi stati d’animo, nuove sensazioni e prospettive nelle menti e nei cuori innamorati dei tifosi rosanero. Bastava poco, almeno in questo momento per scuotere profondamente una tifoseria derisa, delusa, depressa, amareggiata e ormai rassegnata  a una fine certa. C’è voluto l’inatteso ritorno del nostro Capitano, Eugenio Corini, premiato da questa community nel lontano 2006, e oggi più che mai giustamente del titolo di “Rosanero dell’Anno” (Vai alla Photogallery).

Eugenio Corini - Rosanero dell'anno 2006

“Rosanero dell’anno 2006” – Targa

Chissà se tiene ancora in bella vista la targa chi gli donammo e abbia ancora ricordo di noi e di quella serata.

Spero fortemente di si, perché sono queste esperienze, questi ricordi che maturano il senso di appartenenza che insieme a tutte le motivazioni personali e professionali, possono dare slancio, spinta, sostegno e forza al nostro Capitano affinché ci porti fuori da questa situazione di classifica.

photo47

Autografo per Lidia

Lo abbiamo conosciuto sia sotto il profilo professionale, sia umano. Tra i presenti di quella magnifica serata nessuno può lamentarsi di non aver potuto scambiare con lui una parola, chiedere una foto o un autografo.

La “pasta di uomo” ancor prima del professionista si vede in queste cose. E sapere che alla guida di un gruppo di giovani calciatori di “belle speranze” (parole di Zamparini), ci sia una persona così carismatica può soltanto rasserenarci.

photo87

Corini e Gigi0ne

Questa mossa, definita dai “ben pensanti” populista e ad effetto puramente emotivo non PUO’ o DEVE essere l’unica e l’ultima. Le azioni per riportare a livelli più alti e soddisfacenti il valore sportivo, finanziario e di immagine per una squadra come la nostra, non per titoli o blasone di cui siamo totalmente sprovvisti, deve essere di ben altra fattura e qualità.

Questo lo reclamiamo ad alta voce in nome di quella correttezza, pazienza e perseveranza che Noi, di tifosirosanero, abbiamo mostrato in questi anni di sofferenza che ci hanno portato a disamorarci, e a non appassionarci, ad allontanarci e guardare ai nostri colori con la consapevolezza di restare al fianco di una eterna incompiuta.

Basta con consulenze e collaborazioni fiduciarie a diretto riporto del presidente; basta con l’ingaggio di infiniti giocatori di livello medio (e basso) o ancora di prospettiva a lungo termine; basta con questa alternanza di direttori sportivi e allenatori che nuoce gravemente al bilancio societario. E’ ora di perfezionare e riportare la struttura societaria a altre realtà a noi comparabili, se non addirittura superiori.

E’ ora che la ristrutturazione sia profonda e a largo raggio. Qualche mese fa il presidente invitò, provocatoriamente, i tifosi a intraprendere l’ “Azionariato popolare”. Perché non prendere in considerazione questa forma partecipativa? Chissà, che “scaricandolo” da altri incarichi e oneri, non possa ritrovare l’entusiasmo perduto che gli sia di stimolo e lo porti a investire nuovamente e, soprattutto facendosi aiutare da chi tiene radicalmente e fortemente alle sorti della propria squadra?

Capitan Corini ci è rimasto profondamente dentro, Capitan Corini è rimasto fedele e riconoscente al suo passato. Capitan Corini sa perfettamente cosa ha dato, nei panni di giocatore, a questa società e ai suoi tifosi. Capitan Corini sa altrettanto bene cosa può riceverne in cambio.

A noi il compito di continuare ad amare questa maglia, i suoi colori e tutti coloro ne hanno a cuore le sorti. Uniti si vince!

FORZA PALERMO

bandiera

Gigi0ne

Visite: 1690

Permalink link a questo articolo: http://www.tifosirosanero.it/9782-2/